allattamento

Il periodo dell’allattamento è un capitolo cruciale per le neo-mamme, in cui ci si pongono molte domande e nascono altrettante preoccupazioni riguardo alla salute e al benessere del neonato. In questa guida, esploreremo alcuni aspetti alimentari da considerare durante l’allattamento, ricordando sempre l’importanza di consultare il proprio medico per indicazioni personalizzate.


Leggi anche: Allattamento e primi dentini: come fare con i morsi?


Allattamento e stile di vita

Uno stile di vita sano è fondamentale per garantire un allattamento di qualità. La futura mamma dovrebbe adottare abitudini alimentari equilibrate e uno stile di vita attivo. La cura di sé stesse diventa cruciale, poiché fornire il meglio al bambino inizia con l’attenzione dedicata alla propria salute.

Durante l’allattamento, è fondamentale adottare una dieta equilibrata che fornisca tutti i nutrienti necessari per sostenere la salute della madre e del neonato. Tra i cibi consigliati vanno citate, innanzi tutto, la frutta e la verdura, che favoriscono una vasta gamma di vitamine, minerali e fibre che sono essenziali per il benessere generale. Anche le proteine sono una componente chiave della dieta durante l’allattamento.

Fonti di proteine magre come carne, pollame, pesce, uova, legumi e noci sono cruciali per la crescita e lo sviluppo del neonato. I cereali integrali, come quinoa, riso integrale e avena, sono ottime fonti di carboidrati complessi e fibre, in quanto forniscono energia sostenuta e contribuiscono alla salute digestiva. Gli acidi grassi omega-3, presenti in pesce grasso, semi di lino e noci, sono particolarmente importanti per lo sviluppo del sistema nervoso del bambino. Oli salutari come olio d’oliva e olio di cocco possono essere inclusi con moderazione.

I latticini a basso contenuto di grassi, come latte, formaggi magri e yogurt, forniscono calcio e proteine essenziali per la salute ossea e il corretto sviluppo del bambino.

Idratazione in allattamento

L’importanza dell’idratazione non può essere sottolineata abbastanza. Bere abbondante acqua è essenziale per mantenere una corretta idratazione durante l’allattamento. Si consiglia di limitare il consumo di bevande zuccherate e caffeina.

Durante l’allattamento, è consigliabile bere circa 8-10 bicchieri d’acqua al giorno. Questa quantità può variare a seconda del clima e dell’attività fisica. Ascoltare il proprio corpo è cruciale: se hai sete, bevi. Assicurati di avere una bottiglia d’acqua a portata di mano e sorseggia regolarmente. Bevi anche bevande sane come succhi diluiti o tisane senza caffeina. Se si notano segni di disidratazione, come urine scure, sarebbe consigliabile consultare il proprio medico. Mantenere un’adeguata idratazione contribuirà al tuo benessere e a quello del tuo bambino.

Cibi da evitare

Il periodo dell’allattamento richiede attenzione a piccoli accorgimenti pratici, tra cui l‘evitare bevande alcoliche. Questa precauzione mira a garantire la massima sicurezza per il neonato, sottolineando l’importanza di fare scelte oculate anche in momenti sociali. Evitare il consumo di alcol durante l’allattamento è cruciale per la salute del neonato. L’alcol si trasmette nel latte materno, rendendo il bambino suscettibile agli effetti negativi. I neonati metabolizzano l’alcol lentamente, aumentando il rischio di impatti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla salute generale. Anche piccole quantità di alcol possono influire sul sonno e sul comportamento del bambino, compromettendo la produzione di latte e aumentando il rischio di sindrome alcolica feto-neonatale. Evitare l’alcol garantisce un ambiente sicuro e salutare per il neonato durante questo periodo critico di crescita e sviluppo.

Il caffè, spesso considerato un alleato quotidiano per molti, dovrebbe essere limitato durante l’allattamento. La sensibilità del neonato alla caffeina rende importante limitare il suo consumo. La caffeina può alterare il sonno e aumentare l’eccitabilità del bambino, compromettendo il suo benessere. Optare per alternative senza caffeina durante l’allattamento assicura un ambiente più tranquillo e salutare per la madre e il neonato.

Analogamente al caffè, anche il tè, il cacao e le bevande a base di Cola dovrebbero essere consumati con moderazione durante l’allattamento. Limitare la teina, il cioccolato e le bevande a base di cola durante l’allattamento è consigliato per diversi motivi. La teina, simile alla caffeina, può passare nel latte materno, influenzando il neonato con effetti stimolanti. Il cioccolato contiene teobromina, un composto simile alla caffeina, che può avere effetti simili sul bambino. Le bevande a base di cola contengono anche caffeina e zucchero, il cui eccesso può incidere sulla salute del neonato.

La sensibilità del bambino a questi stimolanti può causare irritabilità, difficoltà nel sonno e cambiamenti comportamentali. Limitare questi alimenti riduce il rischio di impatti negativi sulla salute e sul sonno del neonato, mantenendo un ambiente tranquillo e favorevole alla crescita armoniosa del bambino durante l’allattamento.

Infine durante l’allattamento, è consigliabile evitare cibi ad alto rischio di allergie come arachidi e frutti di mare. Alimenti altamente processati e ricchi di zucchero dovrebbero essere ridotti, poiché possono influire sulla salute generale. Evitare cibi troppo conditi o piccanti può prevenire disturbi gastrointestinali nel bambino. La cautela è consigliata con l’assunzione di latticini se si sospetta un’ipersensibilità. Consultare il medico per indicazioni personalizzate è sempre consigliabile per garantire la massima sicurezza e benessere.

a cura di Jessica Mariani

Richiedi informazioni sui nostri corsi e servizi: